Dalla Fonduestube alla concezione mobile degli spazi

08/02/2017

La fonduta al formaggio è un piatto antico e democratico, radicato a fondo nella cultura svizzera quanto il consenso e il compromesso.

Dal momento che però non tutti amano onorare le tradizioni culinarie democratiche nella propria cucina, soprattutto se «odorose» come la fonduta, esiste un compromesso perfetto: le Fonduestube della ditta S. Müller Holzbau SA.

L’idea gastronomica è semplice quanto azzeccata: nelle Fonduestube Stivai, Miggroup S.a.g.l. di Wil (SG) propone agli ospiti cibo genuino, musica allegra suonata con strumenti ad arco e un’atmosfera accogliente e tipica in veri chalet in legno. Non meno riuscita, ma non altrettanto semplice la progettazione e costruzione delle romantiche baite mobili. Il progetto gastronomico è nato nel 2013 in un tendone, ma già a dicembre 2014 questo è stato rimpiazzato da un primo chalet modulare in legno, realizzato in collaborazione col partner S. Müller Holzbau SA di Wil.

Nelle sei settimane successive alla costruzione dello chalet, il ristorante ha sfamato ben 3000 ospiti. La gastronomia temporanea invernale nello chalet in legno è diventata una ricetta di successo ed è aumentata la richiesta di spazio. Di lì a poco le costruzioni in legno sono state impiegate anche per altri eventi e richieste da altri organizzatori, in particolare per manifestazioni all’aperto, eventi aziendali e feste di carnevale. A novembre e dicembre dello scorso anno le Fonduestube e le casette del brulé Stivai hanno sostato già in quattro località della Svizzera orientale. Gli chalet sono stati già utilizzati anche per il bar del festival Sömmeri di Wil, per lo Street Food Festival di Zurigo, per il mercatino di Natale «Wienachtsdorf» di Bellevue sempre a Zurigo e per il Trucker festival di Interlaken. Durante i lavori di ristrutturazione del ristorante Prodalp di Flumserberg la scorsa estate, una di queste costruzioni in legno è stata usata addirittura come vera baita alpina.

«C’è sicuramente interesse nei confronti di spazi per eventi personalizzati, dal prezzo abbordabile e soprattutto di qualità», afferma soddisfatto l’imprenditore della costruzione in legno Stefan Müller commentando il successo. Per commercializzare adeguatamente l’idea di spazio mobile, lo scorso anno ha fondato l’azienda VierD SA assieme agli imprenditori di Wil Michel Staubli e Lukas Gmür del Miggroup S.a.g.l..

Rustici chalet in legno con un intelligente sistema modulare
Le Fonduestube hanno un aspetto rustico e sembrerebbero costruite in modo tradizionale. Tuttavia la loro struttura nasconde una strategia ponderata e un sistema di costruzione modulare intelligente basato su una struttura portante standardizzata e per l’appunto dalla dimensione modulare. Analogamente al tendone, anche lo chalet in legno può avere una lunghezza variabile. Sulla base del modulo da 2,50 metri, sono possibili lunghezze da 7,50 a 17,50 metri. I rivestimenti delle pareti sono disponibili in versioni e standard diversi. Il cliente può scegliere se isolare o meno l’involucro esterno. La flessibilità non riguarda soltanto le dimensioni e la struttura degli chalet. Gran parte dei progetti prevede anche altre personalizzazioni, variabili a seconda delle richieste e del budget. Stefan Müller: «Producendo e montando internamente le costruzioni in legno, siamo in grado di rispondere alle richieste speciali».

Le pareti e i soffitti degli chalet possono essere realizzati a scelta in pannelli a tre strati di abete rosso naturale oppure con vecchie tavole di legno. La struttura portante è realizzata in legno lamellare svizzero piallato, spazzolato e infine verniciato a mano. Per mettere in evidenza l’autenticità, tutte le componenti sono realizzate con i tradizionali giunti in legno. «Ma per fortuna oggi esistono gli impianti CNC per la lavorazione dei singoli elementi dell’orditura!», commenta Stefan Müller.

Montaggio rapido, dotazione complessa
Solitamente la produzione di uno chalet dura da quattro a cinque settimane. A seconda della situazione e delle dimensioni, per il montaggio in loco servono ancora da uno a tre giorni di lavoro. Spesso la parte più complessa è costituita dalle sottostrutture, soprattutto se il piano di appoggio non è regolare. Il tempo massimo necessario per il montaggio e lo smantellamento viene definito di volta in volta con precisione. «Quasi sempre il tempo a disposizione è molto scarso», spiega Müller. «In media sono necessari da quattro a sei operai specializzati. Per le strutture più grandi, come il ‹Wienachtsdorf› di Zurigo sono coinvolti fino a 15 collaboratori».  Le varie possibili dotazioni sono molto personali, e di conseguenza richiedono molto tempo. Si va dai tavoli alle panche, passando per i banconi e i bar, fino alle tende, alle pelli e altri materiali da decorazione.

Dal momento che le strutture vengono realizzate per un periodo limitato di tempo e dopo lo smantellamento devono essere immagazzinate da qualche parte, e in alcuni casi anche revisionate, gran parte dei clienti sceglie di prenderle a noleggio, anche perché altrimenti i costi di investimento per progetti singoli sarebbero troppo elevati. In generale però VierD SA propone anche la vendita dei locali e dei mobili. Le costruzioni vengono stoccate presso la sede dell’azienda S. Müller Holzbau SA a Wil. Gli elementi più piccoli vengono impilati nel magazzino a scaffalature verticali, quelli più grandi restano sui cassoni dei camion, al riparo dagli agenti atmosferici. «Tuttavia», precisa Müller, «l’obiettivo è noleggiare quanto più possibile le costruzioni, in modo che non restino inutilizzate in magazzino».

Altre soluzioni e moduli per ambienti in corso di progettazione
Oltre alla produzione e realizzazione di chalet in legno, i servizi di VierD SA comprendono anche consulenza, progettazione, ideazione e marketing delle location temporanee per eventi. «Con le nostre idee di ambienti mobili vogliamo rendere tangibili i marchi, le imprese e i messaggi dei nostri clienti», spiega Michel Staubli, membro della Direzione. «Sviluppiamo costruzioni non convenzionali per mettere in scena nello spazio temi e contenuti e fare in modo che vengano ricordati a lungo. Siamo lieti che le nostre idee di ambienti mobili vengano utilizzate spesso anche come edifici provvisori di pregio per ristoranti, mense, negozi o magazzini». Al momento gran parte delle costruzioni sono realizzate ancora in stile chalet, ma è in corso la progettazione di idee e moduli diversi.

Holzbau SchweizIl portale della industria costruire in legno svizzera